Allo scrutinio finale, ai fini dell’ammissione all’esame e dell’attribuzione del credito scolastico ai candidati interni, partecipano tutti i docenti del consiglio di classe.

I docenti di religione cattolica ovvero di attività alternativa partecipano a pieno titolo alle deliberazioni del consiglio, riguardanti l’attribuzione del credito agli studenti che si sono avvalsi di tali insegnamenti.

La normativa vigente prevede che ogni anno venga assegnato all'alunno un punteggio denominato "credito scolastico" che concorre alla formazione del voto finale all'esame di Stato.

Il credito scolastico è attribuito a partire dal terzo anno di studi.

 

In via ordinaria, ai sensi dell’articolo 15 del D.lgs. n. 62/2017, il credito scolastico del secondo biennio e dell’ultimo anno ammonta a 40 punti: 12 punti per la classe terza, 13 punti per la classe quarta, 15 punti per la classe quinta.

Il succitato punteggio di 40 punti, come leggiamo nell’articolo 11 dell’OM, è innalzato a 50 punti, in modo da dare maggior peso al percorso scolastico seguito dagli studenti.

l credito scolastico, con il quale gli studenti partecipano all’esame, scaturisce dalla somma del credito assegnato per la classe terza e per la classe quarta, cui aggiungere quello attribuito per la classe quinta. L’attribuzione (per ciascun anno) avviene in base alla media dei voti conseguiti, cui corrisponde la fascia di credito che presenta due valori: il minino e il massimo, attribuiti secondo quella che è la media riportata (vedi di seguito).

In virtù di quanto disposto dall’OM n.  65/2022 per l’a.s. 2021/22, si deve dapprima attribuire il credito scolastico per la classe quinta, sommandolo a quello assegnato per le classi terza e quarta, sulla base della tabella (Allegato A) allegata al D.lgs. 62/2017 che è in quarantesimi, e poi convertire il predetto credito in cinquantesimi, sulla base della tabella 1 di cui all’allegato C all’OM.

In pratica, l’attribuzione del credito avviene in due step:

  1. attribuzione del credito in quarantesimi sulla base dell’Allegato A al D.lgs. 62/2017 (a tal fine si somma: credito terzo anno, credito quarto anno e credito attribuito per il quinto anno);
  2. conversione in cinquantesimi, in base alla tabella allegata all’OM, del credito attribuito in quarantesimi.

Tabella in quarantesimi allegata al D. lgs. 62/2017

Media dei voti

Fasce di credito classe terza

Fasce di credito classe quarta

Fasce di credito classe quinta

M < 6

-

-

7-8

M = 6

7-8

8-9

9-10

6 < M ≤ 7

8-9

9-10

10-11

7 < M ≤ 8

9-10

10-11

11-12

8 < M ≤ 9

10-11

11-12

13-14

9 < M ≤ 10

11-12

12-13

14-15

Calcolato il credito in quarantesimi, si procede alla conversione dello stesso in cinquantesimi, secondo la seguente tabella

Tabella 1 di cui all’allegato C all’OM:

 

Punteggio in 40esimi

Punteggio in 50esimi

21 26
22 28
23 29
24 30
25 31
26 33
27 34
28 35
29 36
30 38
31 39
32 40
33 41
34 43
35 44
36 45
37 46
38 48
39 49
40 50
Tags: